Usura

Share:
Condividi

Relazione di consulenza tecnica di parte

 

 

 

 

 

Analisi del rapporto di conto     corrente intestato a ………………………………………………………………………………….

 

Relazione di consulenza tecnica di parte ……………………………

Il sottoscritto Matteo Francesco Dott. Commercialista …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Sono state sviluppate le tre  ipotesi tenendo conto della normativa sull’usura:

Classificazione : Cat. 1. Apertura di credito in c/c

Rientrano in tale categoria di rilevazione le operazioni regolate in conto corrente in base alle quali l’intermediario, ai sensi dell’art. 1842 e ss. del c.c., si obbliga a tenere a disposizione del cliente una somma di denaro per un dato periodo di tempo ovvero a tempo indeterminato e il   cliente ha facoltà di ripristinare le disponibilità.

Vanno inseriti in tale categoria anche i passaggi a debito di conti non affidati nonché gli sconfinamenti sui conti correnti affidati rispetto al fido accordato. È richiesta separata evidenza delle operazioni con garanzia e senza garanzia. Per operazioni “con garanzia” si intendono quelle assistite da garanzie reali ovvero da garanzie prestate da banche o altri intermediari vigilati. Vanno segnalate tra le operazioni con garanzia anche quelle parzialmente garantite. Per altri intermediari vigilati” si intendono le imprese di investimento, le società e gli enti di  assicurazione e gli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale.

Oggetto della consulenza

La presente consulenza ha come oggetto l’accertamento di eventuali comportamenti illeciti della Banca …………………………….conto corrente n. c/c n° ……………  in violazione legge n. 108/96.

Premessa e analisi dei documenti

I documenti in possesso dall’Azienda ……………………………. sono i seguenti:

  • estratti conto dei movimenti ed estratti conto scalari del conto corrente ordinario n. …………………………………-12  dal ……………………………;
  • comunicazione del …………….. con la Banca ………………. specifica che il conto ……………….. è caratterizzato da un Fido accordato di € …………………….

 

Verifica degli interessi applicati dalla banca rispetto ai tassi soglia ex L. 108/96 (usura)

 

Prima ipotesi:

  1. Banca D’Italia 2002 con CMS assimilate agli interessi ( cfr. tab. n°1 ) riguardante il periodo dal ……./2005 al …………../2012

Con riferimento a questa indicazione della Banca D’Italia abbiamo sviluppato il prospetto ( cfr. tab. n°1 ) riguardante il periodo dal ………….2005 al …………./2012.

Nel conteggio, così come espresso dalla Banca D’Italia il calcolo del TEG indica una netta separazione tra le Commissioni di massimo scoperto che vengono aggiunte agli interessi e le spese bancarie che le rapporta all’accordato ( nel caso specifico € ………….), quindi , sommate.

Nonostante si sia tenuto conto di detta formula:

T.E.G. = (interessi + CMS)x365/ numeri debitori + spese bancarie/Accordato

Si possono notare nella tabella i vari periodi che il  TEG determinato dalla espressa formula abbia superato il tasso soglia come indicato dalla Banca D’Italia e più precisamente nei seguenti trimestri:

 

tabella

 

Seconda ipotesi:

  1. Banca D’Italia 2002 con CMS assimilate agli oneri ( cfr. tab. n°2 ) riguardante il periodo dal ………005 al …………2012

Questa seconda interpretazione per stabilire se il tasso bancario sia considerato usuraio considera le CMS assimilate agli oneri e le spese bancarie.

Pertanto, la formula per la determinazione del TEG rispetto alla precedente viene modificata come segue:

T.E.G. = (interessi)x365/ numeri debitori + (spese bancarie+ CMS)/Accordato

Anche applicando detta formula  il TEG ha superato il tasso soglia nei seguenti trimestri:

tabella

 

 

Terza ipotesi:

  1. TAEG :  conteggio con riferimento sentenza CHINDEMI (cfr. tab. n°3 ) riguardante il periodo dal …………/2005 al ……………/2012

 

Premesso che la modifica operata dal D.L. n°70 commutata in Legge in data 7 luglio 2011 n° 106 ha previsto un nuovo metodo di calcolo per la determinazione del tasso Soglia; detta norma non determina l’automatica “espansione”, perché opera ex nunc, Nel caso de quò, poiché l’applicazione di detta norma condiziona il   conto corrente  solo dal ……. e successivi, in detto periodo non vi è sforamento;

Per  il periodo precedente( ……………………..) tale sentenza prevede che l’applicazione dell’art. 644 del c.p. deve  tenere  conto delle commissioni , remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese collegate all’erogazione del credito e quindi da considerare come fattore produttivo di usura ai fini del calcolo del tasso effettivo globale, si è riscontrato che la banca non ha rispettato tale limite e dunque si ha il superamento del tasso soglia nei seguenti trimestri:

 

tabella

 

Le tabelle di calcolo con file excel

Tale calcolo, reso possibile dall’elaborazione dai dati riportati nei conti dei movimenti di addebito e di accredito delle comunicazioni periodiche della banca .

Tabelle 1 e 2 e 3 che seguiranno ed esprimono i seguenti contenuti per colonna:

colonne  “numeri debitori” numeri debitori rilevati dai prospetti sintetici delle competenze

colonna “accordato” si evince dalle comunicazioni periodiche dei prospetti sintetici delle competenze e da ultima comunicazione inviata al cliente del ………. con la ………………… Di Siena specifica che il conto …………. è caratterizzato da un Fido accordato di € ………….

colonna “massimo scoperto” calcolata attraverso un’elaborazione extracontabile del saldo per valuta in quanto le comunicazioni periodiche inviate dalla Banca al Correntista erano prive dello scalare

colonna “accordato/massimo scoperto” è ripreso l’accordato in quanto siamo in presenza di un conto ordinario con apertura di credito in conto per euro ………….

colonne  “interessi debitori” rilevati dai prospetti sintetici delle competenze

colonne  “commissioni di max scoperto ” rilevati dai prospetti sintetici delle competenze

colonne  “spese” rilevati dai prospetti sintetici delle competenze

colonne  “spese addebitate in conto” abbiamo considerato dette spese “ulteriori” pari a zero,

colonne  “soglia tasso usura” è il tasso usura riconosciuto per questa categoria di conto corrente con apertura di credito superiore o comunque pari a ……………. così come previsto e pubblicato dalla Banca D’Italia, con i vari criteri stabiliti dalla stessa

colonne  “totale ” sommatoria degli interessi debitori + CMS + spese

colonne  “TEG ” secondo i criteri stabiliti nelle soluzioni

colonne  “rispetto soglia” indicante con “no” in quanto la banca ha applicato un tasso determinato dal TEG “tasso effettivo globale” SUPERIORE AL TASSO SOGLIA

Conclusioni

 

In estrema sintesi i maggiori addebiti, nel caso in cui tutte le ipotesi sopra esposte di carattere tecnico e giuridico siano favorevoli al correntista, operati dalla banca nei confronti dall’Azienda …………………………….hanno determinato un tasso effettivo globale applicato dalla Banca superiore al Tasso Soglia

* * *

Tutto quanto precede è stato redatto dal sottoscritto secondo scienza e coscienza ad adempimento dell’incarico ricevuto dall’Azienda ……………………………………………………….

 

Dott. Commercialista Matteo Francesco